FacebookTwitterStumbleuponGoogle Bookmarks
montagne e luna piena

 

Prana è il nome con cui si designa un principio universale, quale essenza di ogni movimento, forza o energia, manifestata nella forza gravitazionale, nell'energia elettrica, nel moto dei pianeti, e in tutte le forme di vita, dalla più evoluta alla più semplice. Può essere chiamata l'anima della Forza e dell'Energia in tutte le loro forme; è quel principio che, operando in un certo modo, da origine alla vita.

Prana è nell'aria, ma non solo, è anche altrove, e penetra dove l'aria non arriva. L'ossigeno nell'aria svolge una funzione importante nel sostenere la vita animale, e l'anidride carbonica svolge un ruolo simile con la vita vegetale, ma il prana ha un suo proprio ruolo distinto nella manifestazione della vita, che prescinde dalle funzioni fisiologiche.

La respirazione e la forza vitale

Inspiriamo costantemente l'aria carica di prana, per estrarre costantemente quest'ultimo dall'aria. Il Prana si trova nell'aria al massimo grado di libertà, e quando l'aria è fresca e pulita ne è più ricca; è più facile riceverlo dall'aria che da qualsiasi altra fonte. Nella respirazione normale assorbiamo e estraiamo un apporto medio di prana, ma da una respirazione controllata e regolata (generalmente nota come respirazione Yoga) siamo in grado di estrarne una maggiore quantità, che si accumula nel cervello e nei centri nervosi per essere utilizzata quando necessario. Il Prana può essere conservato, proprio come una batteria accumula l'energia elettrica.

Come l'ossigeno assimilato dal sangue viene utilizzato dal sistema circolatorio per nutrire il corpo, così il prana assimilato dal sistema nervoso, porta ad esso vitalità. Se pensiamo al prana in termini di ciò che chiamiamo "vitalità", saremo in grado di formarci una idea molto più chiara di quale ruolo importante esso svolge nella nostra vita.

Ogni pensiero, ogni azione, ogni sforzo della volontà, ogni movimento muscolare, consuma una certa quantità di ciò che chiamiamo la forza vitale, che è in realtà una forma di prana. Per muovere un muscolo il cervello invia un impulso, e il muscolo si contrae, e tutto ciò implica un consumo di prana. Quando si considera che la maggior quantità di prana viene assorbito dall'uomo attraverso l'aria inalata, è facilmente comprensibile l'importanza di una respirazione corretta .

Questo testo è un estratto del libro La scienza del respiro, di Yogi Ramacharaka. Yogi Ramacharaka era un pseudonimo di William Walker Atkinson, avvocato, mercante, editore, autore e fondatore del cosiddetto "Atkinson School of Mental Science".

 

L'immagine dell'articolo è una grafica dell'artista Giapponese Katsushika Hokusai.